le Attività > anno 2021 > Toscana, Bianco d'autore dal 23 al 25 Maggio 2021


 Contattare: 333 3909636 / 334 1606471
 Qui puoi visualizzare e stampare il programma dell'evento  attività_2013.pdf
** Polizza assicurazione  attività_2013.pdf

Bianco d’autore: Dalla Lunigiana alla Torre di Pisa tra arte e gusto

Un long week end che coniuga la scoperta di quella bella Italia con luoghi meno noti ma meravigliosi come Pontremoli, dove le statue stele sono un autentico tuffo nel passato remoto, e Sarzana con le tracce di Dante. Il bianco d’autore ci accompagnerà durante l’avventura in jeep tra le cave di marmo, sulle orme dell’agente OO7 nel film Quantum of Solace, i capolavori di marmo che attraversano tutta la storia dell’arte e Pietrasanta l’Atene di Toscana. Termineremo con Pisa dove la Piazza dei Miracolo continuerà ad essere quel luogo magico dove l’arte si esprime in forme uniche. Come dimenticare la gastronomia che ci regala monumenti della nostra cucina come il lardo di Colonnata a scoperte di gusto come i testaroli, pasta antica e unica e il romantico dolce dal suadente nome…."Amor".


Siti UNESCO visitati: Piazza dei Miracoli Pisa

PROGRAMMA

1° giorno – MELZO – PONTREMOLI – SARZANA 

In mattinata ritrovo dei partecipanti a Melzo e partenza per la Lunigiana, terra di confine che anziché respingere le differenze culturali ha assorbito la diversità, trasformandole in un valore identitario unico. Attraversata dal fiume Magra che spacca in due la valle, abbracciata com'è dall’ Emilia-Romagna da una parte e dalla Liguria dall'altra, questa terra dalle strutture e dalle forme paesaggistiche variegate porta con sé storia (col prolificare di fortificazioni un tempo utili al controllo dei valichi), acqua, boschi e crinali, centri rurali e cave. Sì, perché la Lunigiana è avvolta dal profumo delle Apuane.  Questa è la terra che prende forma attorno alla via Francigena che i longobardi s’inventarono per raggiungere i domini meridionali evitando i bizantini. È la terra dell'inferno e del purgatorio di Dante, che arrivò qui in esilio. È la terra dei cento castelli, di Ariosto e delle cave, dei marmi di Michelangelo. Arrivo a Pontremoli, la porta della Toscana, nonché caratteristica città medievale sulla Via Francigena. Incontro con la guida e visita della città con la Chiesa di san Francesco, al cui interno sono custoditi il bassorilievo marmoreo di Agostino di Duccio raffigurante la Madonna con il Bambino e la Crocifissione attribuita a Guido Reni. Pranzo in ristorante con menù tipico, un vero e proprio percorso gastronomico alla scoperta dei sapori di questa terra, dai Testaroli all’Amor!!! Visita del Museo delle Statue Stele, ospitato all’interno del Castello del Piagnaro, maestosa fortezza che domina la cittadina. Il museo espone uno dei più importanti fenomeni della megalitica europea, le Statue Stele, figure umane maschili e femminili rappresentate in forme astratte e scolpite nella pietra arenaria dalle popolazioni vissute tra il IV° ed il I° millennio a.C., ad oggi divenute il simbolo identitario della Lunigiana. Al termine proseguimento per Sarzana e visita della città. Situata nel cuore della Lunigiana e diretta discendente dell’antica città romana di Luni, ha origini antiche ed una storia affascinante. Ospitò, infatti, personalità illustri del calibro di Dante e venne dominata da più signori: Castruccio Castracani, Spinetta Malaspina, i Pisani, i Visconti, i Genovesi ed i Fiorentini. La città conserva ben due castelli, la fortezza Firmafede, di origine pisana e la fortezza di Sarzanello, antica residenza vescovile. Il suggestivo centro storico, fatto di vie strette e casette colorate, si sviluppa tra Porta Parma e Porta Romana, nell’antico tratto della Via Francigena. La cittadina, oltre ad essere una rinomata meta di villeggiatura estiva, vanta chiese e palazzi d’importante carattere storico e scavi archeologici degni di nota. Al termine trasferimento in hotel a Forte dei Marmi.  Sistemazione, cena e pernottamento in hotel.

2° giorno – CAVE DI MARMO DI CARRARA -  PIETRASANTA

Prima colazione in hotel. Partenza alla volta di Carrara, la capitale mondiale del marmo. Risalendo la strada che dal mare conduce verso i tre bacini marmiferi carraresi (Torano, Fantascritti e Colonnata) si potranno osservare le numerose aziende specializzate e gli atelier che quotidianamente lavorano tonnellate di marmo proveniente da tutto il mondo. Al raggiungimento del bacino centrale cambieremo mezzo di trasporto per un’esperienza unica e avvincente, a bordo di jeep ci inerpicheremo su sentieri che conducono all’interno delle cave, su percorsi sterrati dove il bianco abbacinante del marmo e le ripide pareti rocciose letteralmente tagliate nel corso  dei secoli dalla mano dell’uomo faranno da sfondo ad un’escursione unica nel suo genere. Ci troveremo immersi in una valle nota anche per il suo prodotto gastronomico dal respiro internazionale, il Lardo di Colonnata IGP. Sosta in una larderia per una degustazione. Light lunch in ristorante con menù tipico carrarino.  Proseguimento per l’affascinante città di Pietrasanta, di origine medievale, è da considerare il capoluogo storico della Versilia e la capitale della lavorazione artistica del Marmo. Centro di attrazione per artisti di tutto il mondo la città, negli ultimi decenni, si è trasformata in un vero e proprio museo a cielo aperto. La città si è guadagnata il soprannome di Piccola Atene grazie alla concentrazione di artisti che hanno deciso negli anni di stabilirsi qui, tra i più noti degli ultimi decenni vale la pena ricordare almeno Igor Mitoraj e Fernando Botero. Tra le tante sculture permanenti che si possono ammirare passeggiando per la città ricordiamo  il Guerriero di Botero e il Centauro e l’Annunciazione di Mitoraj. Visita dell’elegante centro storico punteggiato da gallerie d’arte, dalle boutique, dalle enoteche e dai raffinati ristoranti.  Visita del Duomo di San Martino che, affacciato sulla bellissima Piazza Duomo, conserva al suo interno opere di pregio così come il Campanile, che cela una stupefacente scala elicoidale. Sulla stessa piazza troviamo il Teatro Comunale e la Chiesa di Sant’Agostino, che oggi ospita il  Museo dei Bozzetti Pierluigi Gherardi dove al suo interno troviamo una raccolta di 700 bozzetti in gesso di sculture di artisti italiani e stranieri. Non molto lontano da Piazza Duomo si trova la chiesa di San Francesco, con l'annesso convento, un edificio sacro costruito nel XVI° sec. ad opera dei Padri Francescani. Il convento conserva ad oggi il chiostro e il campanile in mattoni. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

3° giorno – PISA – MELZO  

Prima colazione in hotel. Partenza alla volta di Pisa, incontro con la guida e visita della città con la celebre Piazza dei Miracoli ospitante il Duomo, il Battistero, il Camposanto Monumentale e la famosissima Torre pendente; la rinascimentale Piazza dei cavalieri, via di Borgo Stretto, la pittoresca Piazza delle Vettovaglie, la medievale Torre del Campano e i Lungarni dove, accanto alla chiese del Santo Sepolcro, Santa Maria della Spina e San Paolo a Ripa d’Arno, si affacciano i più importanti palazzi cittadini tra cui Palazzo Gambacorti, Palazzo Lanfranchi, Palazzo Medici, Palazzo Toscanelli e Palazzo Reale. Pranzo in ristorante panoramico con vista sulla Piazza dei Miracoli. Nel pomeriggio proseguimento della visita guidata e al termine partenza per il rientro con arrivo a Melzo previsto in serata.


Associazione "Melzo Cultura Viva"  © web design & webmaster  Piero Pota