le Attività > anno 2019 > Forio d'Ischia, dal 13 al 27 o 13-20 Gennaio 2019


 Iscrizioni presso il Teatro Trivulzio, Piazza Risorgimento 19, Melzo  [ Come raggiungerci ]
 tutti i Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle 16.00 alle 18.00 - Informazioni: 333 3909636 / 334 1606471
 Qui puoi visualizzare e stampare il programma dell'evento  attività_2013.pdf
 ** Informazioni sul viaggio ed iscrizione  attività_2013.pdf
 ** Polizza annullamento viaggio  attività_2013.pdf

Soggiorno Terme, benessere e cultura: 13-27 gennaio 2019 o 13-20 gennaio 2019

“Forio è il secondo comune, per popolazione e importanza di Ischia. Si distende al centro di due promontori, Punta Caruso (in località Zaro) e Punta Imperatore, tra spiagge ritenute le più belle dell'isola e nel verde metallico delle viti, che dal monte Epomeo digradano in uno scenario di incomparabile bellezza. Forio ha una superficie di 13 Kmq con una popolazione di circa 12500 abitanti e la sua altitudine va da metri 0 sul livello del mare ai 700 nella zone della Falanga. Si divide nelle frazioni di Forio e Panza con altri villaggi periferici (Monterone, Cotto, Citara). E' l'unico comune che conserva intatto il suo centro storico con i vicoli, le chiese, le torri di avvistamento e i monumenti inalterati nella loro struttura. Principali monumenti: la chiesa del Soccorso (riportata sul francobollo delle Poste Italiane) dedicata a Santa Maria della Neve, il Torrione, la chiesa di San Francesco da Paola, la chiesa dell'Arciconfraternita di Santa Maria delle Grazie detta Visitapoveri, la Basilica Pontificia S. Maria di Loreto, la Chiesa di S. Vito, la chiesa parrocchiale di S. Leonardo Abate, S. Maria al Monte. Se Ischia è il centro commerciale dell'isola, Forio si può definire quello culturale. Negli anni '50 fu centro internazionale per celebri uomini dello spettacolo (Luchino Visconti, Pierpaolo Pasolini, sir William Walton, Eduardo De Filippo, Liz Taylor e Richard Burton), della cultura (Elsa Morante, Alberto Moravia, Renato Guttuso, Auden, Pablo Neruda ), della politica (Pietro Nenni) e del jet-set (Jackelin Kennedy, Aristotele Onassis) e tanti altri. Il litorale di Forio, con le sue continue rientranze e sporgenze, consente la balneazione non solo sulle lunghe spiagge, ma anche in luoghi appartati. Con poca fatica si può raggiungere Zaro o, in località Panza, la davvero unica baia di Sorgeto che per la presenza di pozze d'acqua calda è, in qualsiasi stagione, meta suggestiva per un "bagno di notte".

Ecco anche ulteriori informazioni sulle acque termali di Ischia:

“L'Isola d'Ischia non è solo centro di turismo internazionale, ma anche amena stazione di cure termali, fra le più importanti d'Italia. Il turista accorto, così, può unire ad un periodo di riposo anche l'opportunità di effettuare cure benefiche. Le cure termali sono di origine antichissima ed alcuni modi di applicazione, anche se perfezionati, sono rimasti inalterati per millenni. Le cure termali, comunque, sono vere e proprie terapie mediche, che, praticate con professionalità e competenza nei tanti stabilimenti termali dell'isola, vengono effettuate dietro scrupoloso e preventivo controllo medico. In ragione della sua complessa origine vulcanica, l'Isola d'Ischia ha un patrimonio idro-termale fra i più ricchi ed interessanti del mondo: ben 69 gruppi (campi) fumarolici e 29 bacini idrotermali da cui scaturiscono 103 "emergenze sorgive", sparse nei circa 42 kmq del territorio isolano. Questa ricchezza ha reso famosa Ischia fin dall'antichità: Strabone e Plinio hanno spesso accennato nei loro scritti al potere terapeutico delle acque dell'isola. La rinomanza delle terme ha subìto nei secoli vicende alterne: conosciute all'epoca della Magna Grecia, esse vennero riscoperte dai romani dell'epoca imperiale e, dopo secoli di oblio, vennero studiate dal medico Jasolino alla fine del '600. Da allora la popolarità delle acque termali dell'isola è cresciuta, sostenuta da ricerche sempre più rigorose effettuate nel tempo da studiosi di indubbia professionalità. Oramai Ischia è riconosciuta tra le località leader del mercato Europeo del termalismo: oggi non si contano le strutture alberghiere, confortevoli e modernamente attrezzate, che offrono la possibilità di praticare la maggior parte delle cure termali in un contesto territoriale d'eccezione, tra pinete, spiagge, chiese, panorami.”


Associazione "Melzo Cultura Viva"  © web design & webmaster  Piero Pota